I 10 “NEUROCOMANDAMENTI al tempo del CORONAVIRUS” per i familiari e i pazienti con malattia di Parkinson:


  1. . Alzarsi al mattino secondo le proprie abitudini, evitando di restare in pigiama.


  2. .Dare un senso alla giornata programmando delle attività, non rimanendo inoperosi.

  3. . Idratazione e alimentazione sono cardini fondamentali della vostra terapia. Ricordarsi, quindi, di bere almeno un litro e mezzo d’acqua anche quando non si ha sete e di mangiare ad orari regolari con una dieta equilibrata.

  4. . Seguire con particolare attenzione le prescrizioni farmacologiche ed i consigli del proprio neurologo curante, non fidandovi delle notizie che provengono dai social e dai media.

  5. . E’ fondamentale alternare attività sedentarie culturali e ludiche con ‘attività’ motorie praticabili in casa (cyclette, flessioni arti inferiori, mobilizzazione articolare etc..). Scarica gratuitamente la APPNoiParkinson” della Fondazione Limpe per esercizi semplici da fare a domicilio.

  6. . Se non si riesce a contattare il Neurologo o il Centro di riferimento, ricorda le iniziative della Fondazione Limpe per entrare in contatto con esperti della malattia di Parkinson (numero verde e chat-online;  www.fondazionelimpe.it/ )

  7. . Se ci si sente soli, se si desidera essere aggiornati o anche solo per una parola di conforto, segui le attività on line della Fondazione Limpe (Webinar etc..), ParkinZone Onlus (Question timeZoom Meeting; ( www.parkinzone.org/wp/ )

  8. Esporsi ai raggi solari: anche una boccata d’aria dalla finestra o sul balcone di casa è fondamentale. La terapia della luce è un potente antidoto per gestire al meglio stati di ansia ed insonnia senza la necessità di utilizzare farmaci soprattutto se autosomministrati.

  9. . Mantenere un atteggiamento ottimista, questa emergenza passerà e torneremo alla nostra vita.

  10. . Infine, bisogna ricordare che un sorriso è meglio di tante pillole!
 
Fonte: modificata e riadattata da Coronavirus e Anziani,

           Paolo Petzu, Associazione Italiana Psicogeriatria (AIP)

 

 
Ringraziamo il prof. Alessandro Tessitore per averci segnalato questi ottimi consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto